Il portale della salute
Ricerca Notizie
    Ricerca Farmaco

Torna alla Home page

Le ultime notizie di salute e medicina l quotidiano per il tuo benessere, estetica, sessualità, diete, fitness Gli approfondimenti sulla salute, i sintomi, le malattie, primo soccorso I medici a tua disposizione,  analisi a casa tua, ecografia, gli ospedali Il forum di Italiasalute.it La tua para farmacia online prezzi scontatissimi !! Condizioni di vendita e informazioni, anche tel. 06 33.33.437
Terapia e Medicina Alternativa

 


Sconto 25%


PAPAYA FERMENTATA BODY SPRING 30 BUSTINE


. 32,90

. 24,68

Cerca un
prodotto

 

 
Cerca
Notizie

Nel web:

Newsletter

Iscriviti!

 

 

 

CARDIOLOGO FAQ

D: Salve, vi scrivo perchè ho dei dubbi che ancora non riesco a colmare.

Ho 32 anni non bevo caffè da quattro anni, non fumo anche questo da parecchi anni, faccio attività sportiva non agonistica.

Detto questo quattro anni fa ebbi un forte esaurimento nervoso con tutti i fattori che lo contraddistinguono, l’organo più mirato è stato il cuore con tatichardia ed extrasistoli, feci elettrocardiogrammi, ma non si vide nulla , un cuore sano mi hanno sempre risposto, ma le extrasistoli a volte accompagnate dalla tachicardia continuavano, da tempo ormai non ne avevo più e questo mia aveva rasserenato, anche se ho passato un periodo terribile con la mia persona amata in ospedale per curare un tumore, sono riuscita ad affrontare il problema senza troppi disturbi. Diciamo che fortunatamente per il mio ragazzo sta andando tutto per il meglio e questo ovviamente per me è motivo di enorme sollievo. Ma questa mattina sul preso intorno alle 6.00 mi ha svegliato il cuore con un extrasistole, insieme a questo disturbo ho avvertito anche un po’di mal di stomaco con una sensazione di aria nell’intestino, ci può essere connessione o lo devo deputare allo stress?

Grazie anticipatamente.

R: Gentile signora,
Premetto che il fenomeno extrasistole è quanto mai aspecifico, nel senso che sporadicamente è presente in tutti gli individui anche non cardiopatici.
Quando diventa un sintomo, soprattutto quando irrompe con una certa insistenza ed incide sulla qualità di vita è opportuno sottoporsi ad alcuni accertamenti per escludere una cardiopatia (Ecg, Ecocardiogramma, Ecg dinamico HOLTER).
Quando (come nel suo caso) non si evidenzia nulla di patologico nel cuore si può stare tranquilli ed adottare delle piccole accortezze che aiutino a limitare l'insorgenza.
Spesso poi, raggiunta la tranquillità sul cuore, l'extrasistola si riduce o scompare da sola, anche se molto spesso può ricomparire nel tempo magari in relazione a stress psichici o altro.
Tenga presente che anche il cuore ha una sua innervazione e pertanto può subire sollecitazioni in occasione di situazioni di stress, tensione emotiva, depressione etc.
Inoltre disturbi gastroenterici possono anche favorire extrasistolia in chi è predisposto.
In conclusione da quanto mi scrive non ritengo ci siano presupposti per preoccuparsi e le accortezze che ha adottato (niente fumo e caffè) credo contribuiranno non poco a far si che il suo cuore, oggi sano, rimanga tale a lungo.

Cordiali saluti

D: Sono un uomo di 35 anni e da sempre faccio sport con un allenamento
abbastanza intenso.
Sono un nuotatore e mi alleno con una squadra di Master agonistica, alla visita medica sportiva annuale come al solito è andato tutto bene. Ultimamente però sono un pò sotto stress per la perdita del lavoro e così sono comparse delle extrasistole che ho immediatemente controllato con un ECG 24 ore secondo Holter, si sono verificate 7 extrasistole sopraventricolari di nessun significato(a detta del mio cardiologo). Per stare tranquillo ho fatto anche un ecocardiogramma mono e bidimensionale con colordoppler.
I risultati riportati sono questi:
Aorta NORMALE
Mitrale e/a NORMALE rigurgito valvolare non significativo
Polmonare N.D.R.
Tricuspide N.D.R.
Il commento finale dice così:
normali cavità cardiache. Apparati valvolari di normale morfologia con rilievo color-doppler di minimo rigurgito mitralico. Normali lo spessore e la cinesi delle pareti ventricolari. Falsa corda tendinea nel tratto di efflusso del ventricolo sx(priva di significato clinico).
Ovviamente ho gia fatto vedere il referto al mio cardiologo il quale mi ha detto di non preoccuparmi perchè è tutto nella norma comunque e che posso continuare a fare le mie attività sportive, si perchè oltre a nuotare sono anche un subacqueo.
Mi piacerebbe sapere anche la vostra opinione.
Grazie e distinti saluti.

R: Gentile Utente
Il riscontro di extrasistoli sopraventricolari può essere dovuto effettivamente solo ad una iperattività del sistema simpatico che può avvenire se lei è sotto stress.
Per quanto riguarda il resto dei referti, il rigurgito mitralico e la falsa corda tendinea vengono esplicitamete definiti privi di significato. Le pareti ventricolari soo di normale spessore, segno che malgrado i suoi allenamenti agonistici non si è verificata nessune ipertrofia cardiaca, nel complesso non si è evidenziato un quadro che controindichi il continuamento delle attività sportive che lei già pratica.
Però, per quanto riguarda le immersioni, si ricordi che a parte l'efficienza fisica è importantissima l'efficienza psichica, pertanto se lei dovesse sentirsi particolarmente stanco o stressato mentalmente, tanto da non avere la sicurezza di poter prendere decisioni rapide e lucide nel momento che se ne dovesse presentare l'occasione, eviti per qualche tempo le immersioni (o limiti la profondità) e continui comunque senza problemi con il nuoto.

D: Salve, ho 30 anni e mi è stato diagnosticato un soffio al cuore (valvola tricuspide). Dopo alcuni episodi tachicardici, con dolore al petto (senso di pressione), probabilmente dovuti a stress, ho fatto l'elettrocardiogramma e l'ecocolordoppler. Da precedenti visite, il medico di base non aveva mai rilevato l'anomalia, il fenomeno dovrebbe essere dunque recente (2/3 mesi). Per scrupolo ho fatto anche le analisi del sangue, in cui si rileva solo il valore della Ths in eccesso (7.36 contro i 4 e qlc del valore max previsto), mentre la T3 e la T4 risultano normali. Vorrei sapere alcune cose:
- e' possibile che il soffio si sia formato solo recentemente e quali sono le possibili cause se non e' congenito?
- valori alterati della tiroide possono influire sulle tachicardie?
- tachicardie e soffio al cuore sono correlati?
- quali cautele, se necessarie, adottare? Devo evitare qualche attivita'?
- Sono una forte fumatrice, le sigarette possono influire sul funzionamento delle valvole?
- Il soffio al cuore rende piu' vulnerabili ad altre cardiopatie?

R: premetto che se il soffio cardiaco è dovuto ad un rigurgito della valvola tricuspide è assolutamente fisiologico(e pertanto presente fin dallanascita) ma può ascoltarsi con difficoltà e quindi essere segnalato tardivamente. Se invece il soffio fosse acquisito potrebbe essere dovuto ad una valvolopatia (che comunque sarebbe stata evidenziata con l'ecocolordoppler cardiaco). Disturbi funzionali tiroidei possono manifestarsi con disturbi del ritmo cardiaco (tachicardia ed altro). Nel suo caso il soffio non credo sia patologico per cui non è necessario adottare nessuna cautela. Smetta di fumare poichè il fumo oltre a poter dannaggiare le valvole cardiache (calcificazioni) può ostruire le coronarie.

D: Mi è stata riscontrata la seguente diagnosi: A. Sx nei limiti con cinesi a spessore conservati. Lieve rigurgito mitralico. Ventricolo sinistro nei limiti, con lieve insufficienza mitralica. E' necessario che faccia altri controlli?

R: No, è sufficiente questo responso che indica che il vizio valvolare è lieve e la funzione ventricolare è normale

D: Ho 54 anni, da un paio di mesi mi è stata diagnosticata una ipertensione arteriosa con aneurisma aorta ascendente. Sono in trattamento farmacologico con Tareg 80 ed attualmente i valori pressori si sono stabilizzati in 90/140 mentre prima erano 120/180. Questa sintomatologia si è presentata di colpo, senza che mai prima abbia avuto mai problemi. Seguo una dieta iposodica, niente alcol, solo 4 sigarette al giorno. Tale patologia che tuttora mi porta un dolore alla regione mammaria con torpore al braccio sinistro.

R: Se l'aneurisma aortico ha un diametro superiore a 5 cm. conviene operarsi. Altrimenti, se non ci sono controindicazioni, aggiungerei alla terapia attuale un Beta-bloccante che protegge meglio dal rischio di rottura dell'aneurisma.

D: Sono una giovane signora di 35 anni, ho subito un trauma toracico e una prolungata ischemia miocardica con coronarie indennni, con acinesia dell'apice in toto. Da quando ho avuto l'ischemia ho preso 10 kg. in un mese. Mi puo' dire per favore se potro' tornare a correre e in palestra e quanto tempo dovo' ancora aspettare, visto che sto ingassando e il mio cardiologo e' vago, e continua a raccomandarmi di non prendere peso?

R: Quello che ha avuto è stata probabilmente una contusione miocardica conseguente al trauma toracico. Un mese è comunque un tempo ancora troppo breve per una ripresa dell'attività fisica.
Occorre attendere che si normalizzi completamente l'elettrocardiogramma e che da esso non si rilevi nulla di anomalo sia nell'ecostruttura che nella contrattilità miocardica. Nel frattempo, per non ingrassare, è sufficiente ridurre l'introito calorico.

D: Sono un iperteso. Attualmente prendo la mattina una pasticca di Ratacand Plus e la sera una di Torvast 10 per tenere sottocontrollo il colesterolo totale (247) alto per motivi endogeni. La mattina ho una pressione minima di 76/80 e una massima di 150 più o meno, mentre la sera alle 1830 ho ancora la minima a 90/95 e la massima a 170 più o meno. Peso 75 kg per 175 cm, non fumo, bevo solo un bicchiere di vino a pasto. Ho sempre fatto una minima attività fisica. Come si spiega questa strana pressione serale?

R: Evidentemente la terapia attuale non riesce a controllare perfettamente la sua ipertensione. Se non sussistono controindicazioni assolute all'utilizzo dei Beta Bloccanti (asma bronchiale, scompenso cardiaco, brachicardia) consiglierei di aggiungere alla terapia in corso una mezza compressa di Carvedilolo da 25mg. (non le dico il nome commerciale per ovvi motivi) previo assenzo e prescrizione del suo medico curante.

D: Durante una visita in ospedale, mi è stata riscontrata una lieve insufficienza della valvola sinistra. Come devo comportarmi?

R: Una lieve insufficienza di una valvola cardiaca è cosa piuttosto comune. Nel suo caso (si tratta dell'aorta o della mitrale?) comunque è opportuno eseguire un ecocardiogramma una volta l'anno (specie se si tratta della valvola aortica) senza particolari ulteriori accorgimenti. Può praticare una normale attività fisica se le dimensioni delle cavità cardiache e la funzione ventricolare sono normali>.

D: Premetto che sono un poliomelitico di 63 anni e accuso da qualche tempo i seguenti disturbi: - Continua stanchezza - Se cammino a piedi dopo un po mi affanno tremendamente Cosa mi consiglia di fare?

R: Per prima cosa le consiglio di fare un esame spirometrico per una valutazione funzionale respiratoria. In seconda battuta un controllo dell'emocromo con sideremia ed eventualmente un ecocardiogramma per valutare le dimensioni e la capacità di pompa del ventricolo sinistro.

D: Sono un ragazzo di 34 anni che da sempre ha avuto valori pressori (sia diastolici che sistolici) tendenti a valori bassi. Da circa sei mesi, invece, ho notato un innalzamento lieve della pressione diastolica che oscilla tra 85 e 95, mentre quella sistolica non supera mai il valore di 125. Si tratta di un' incipiente malattia ipertensiva?

R: Occorre effettuare una valutazione più organica del suo "status" che prenda in considerazione: il suo peso corporeo nell'ultimo periodo, familiarità, eventuali variazioni nelle sue abitudini di vita lavoro,alimentazione,fumo,caffè,consumo di sale),etc. Comunque credo sia opportuno effettuare delle analisi ematocliniche per una valutazione dei livelli di colesterolo,glicemia,uricemia e funzione renale,integrandole poi con un esame del fondo oculare.
 
                                                                                                         


 

Sono graditi commenti: redazione@italiasalute.it
tvgaderummet.info
Via G.Calderini 68, 00196 Italy
TEL.  (06) 32.65.25.00
дженерик левитра 20 мг

шторы блэкаут

левитра купить украина