Sezioni medicina


Pubblicita Pubblicita

Il jet lag danneggia la memoria

Il cambio di fuso orario influenza la produzione di neuroni

Viaggi_5811.jpg

Non è solo stanchezza quella che proviamo scendendo da un aereo dopo un lungo viaggio e nei giorni successivi. A quanto pare, il nostro cervello non gradisce i lunghi spostamenti e il conseguente cambiamento del fuso orario.
A sostenerlo è una ricerca dell'Università di Berkeley, in California, pubblicata su Plos One, la quale sostiene appunto gli effetti negativi sulla memoria determinati dall'alterazione dei ritmi circadiani che regolano il ciclo sonno-veglia. In tal senso, chi lavora su turni – e in particolare chi lavora di notte – va incontro agli stessi problemi.
Lo studio, coordinato da Lance Kriegsfiled, ha esaminato un gruppo di criceti, animali che mostrano un ritmo circadiano praticamente uguale a quello umano. Nel corso della ricerca, l'Ă©quipe guidata da Kriegsfiled ha indotto nelle cavie uno stravolgimento di 6 ore dell'alternanza fra sonno e veglia – come avviene per ...  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | neuroni, memoria, jet-lag,

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss La Pubblicitŕ su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante

Avvertenze Privacy a norma Regolamento UE 2016/679 GDPR.


Questa pagina è stata letta 19069 volte