I golosi di dolci ingrassano di meno

Tutto legato al gene FGF21

Varie_13688C.jpg
Keywords | dolci, zuccheri, grasso,

Sembra un controsenso, ma chi è molto goloso di dolci mostra anche una tendenza meno accentuata ad accumulare grasso.
A scoprirlo è un team di ricercatori dell’Università di Exeter, i quali hanno pubblicato su Cell Reports i dettagli della loro analisi.
Tutto sarebbe legato all’alterazione di un gene, FGF21, la cui attività è associata alla passione per gli zuccheri.
"Questa scoperta contraddice un po' il comune intuito, ma è importante ricordare che questo è solo un piccolo pezzo del puzzle che descrive le connessioni tra la dieta e il rischio di obesità e diabete", ha commentato Niels Grarup dell'Università di Copenhagen, che ha preso parte alla ricerca.
Non tutti gli effetti legati alla variazione di FGF21 sono infatti positivi. La stessa alterazione è associata anche a una pressione sanguigna più alta e a una maggiore tendenza ad accumulare il grasso nella zona addominale.
L’analisi firmata da Timothy Frayling e dai suoi colleghi si basa su esami del sangue, questionari sulle abitudini alimentari e campioni del Dna di oltre 450mila persone.
"Siamo certi che i nostri risultati siano accurati, circa il 20% della popolazione europea presenta questa predisposizione genetica", ha concluso Grarup.


Andrea Sperelli
13/04/2018



Condividi la notizia Invia ad un amico Tieniti aggiornato tramite RSS Pubblica su Twitter Salva su OKNO
Più lette

I segni che indicano la morte imminente in oncologia  42163
Studio evidenzia la comparsa di segni fisici nei malati di cancro

Gonartrosi, cos'è e come si cura  24032
Informazioni sulla più comune malattia degenerativa da usura del ginocchio

Dapoxetina contro l’eiaculazione precoce  23874
Il primo e unico farmaco orale contro una delle più comuni disfunzioni sessuali

Come superare la depressione post separazione  23451
La fine di un matrimonio, una sofferenza sottovalutata

Un avatar cura schizofrenia e depressione  23349
Alter ego virtuale come cardine di terapie innovative

Diabete di tipo 1, gli effetti di vitamina D e Omega 3  23157
Possibile remissione della malattia grazie all’integrazione

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss La Pubblicità su Italia SaluteAvvertenze privacy

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante