Il mio “amico” diabete

La testimonianza di chi lotta da anni con la malattia

Diabete_14172C.jpg
Keywords | diabete, alimentazione, sport,

«Le corse in bagno e una sete continua». È la presa di contatto con il diabete per Giovanna (nome di fantasia, ndr) che ha scoperto di essere malata a 38 anni.
«Ero sempre stanca, e a volte non vedevo bene. Quando sono andata per la prima volta dal medico avevo il terrore che mi venisse diagnosticato un tumore. Le analisi, invece, hanno decretato che avevo il diabete. Non ci potevo credere, il diabete? Pensavo fosse una malattia degli anziani. Al sollievo iniziale - in fondo il diabete è “controllabile”, il cancro no, è il pensiero comune - è subentrata la rabbia per una malattia che ti condiziona pesantemente la vita, ma che tutto sommato, agli occhi di parenti e amici, non è poi così grave».
Ma non è così, e Giovanna e gli altri malati di diabete lo sanno bene. Si tratta di una malattia grave, ma che allo stesso tempo può essere tenuta sotto controllo. È questo il messaggio che deve passare in occasione della prossima Giornata mondiale del diabete, in programma il 14 novembre.
Dopo qualche mese, metabolizzato lo choc iniziale, Giovanna ha cominciato a lavorare su se stessa:
«Ho deciso di lasciare da parte rabbia e recriminazioni, adottando un atteggiamento positivo. La molla è scattata grazie a una visita specialistica. Un’amica mi ha parlato di iDoctors, un portale per le . È stata una svolta, il medico che mi ha preso in cura mi ha tranquillizzato, mostrandomi il percorso giusto che dovevo intraprendere».
L’alimentazione prima di tutto. «Un corretto regime alimentare è la prima forma di terapia. Su questo concetto ha insistito molto il mio medico», spiega Giovanna. «Dobbiamo mangiare bene non perché siamo malati, ma come regola di vita, per una forma di rispetto verso il nostro organismo. Prima di ammalarmi, l’unica cosa che avrei detto a un’amica con il diabete sarebbe stata: “Non mangiare i dolci”. Ma non è solo questo».
La prima vera regola, infatti, è eliminare il disordine alimentare, oltre ovviamente a limitare gli zuccheri semplici - quindi frutta e zucchero - va ridotto il consumo di sale, quello di grassi e condimenti pesanti, eliminati i superalcolici. Inoltre, va controllato con regolarità il peso corporeo.
«Sono regole facili da rispettare, una volta che ci si è fatta l’abitudine», racconta Giovanna. «Ma non bastano a stare meglio. Bisogna anche muoversi un po’. Io ho rinunciato all’ascensore e cammino almeno mezz’ora al giorno. Se si ha tempo e voglia, sarebbe bene anche fare un’attività sportiva. Non esiste nessun divieto di fare sport per chi è diabetico, è un’altra cosa che ho imparato grazie al mio medico».
«A volte - conclude Giovanna - leggo interviste ad altri malati di diabete, anche a persone famose, che dicono di sentirsi “normali”. Io non mi sento normale, so che ogni giorno dovrò pungermi il dito per controllare la glicemia oppure che un giorno dovrò fare un’iniezione di insulina perché la terapia orale non basterà più. Ma faccio tutto questo con consapevolezza, la consapevolezza di poter vivere una vita piena e soddisfacente nonostante il diabete, o addirittura a volte grazie al mio “amico” diabete, che mi ha insegnato a rispettare e a voler bene al mio corpo».



10/11/2017



Condividi la notizia Invia ad un amico Tieniti aggiornato tramite RSS Pubblica su Twitter Salva su OKNO
Più lette

I segni che indicano la morte imminente in oncologia  53780
Studio evidenzia la comparsa di segni fisici nei malati di cancro

In vacanza con i bambini nei paesi esotici  28237
Consigli, profilassi, terapie e vaccini per prevenire le malattie infettive

Gonartrosi, cos'è e come si cura  26378
Informazioni sulla più comune malattia degenerativa da usura del ginocchio

Come superare la depressione post separazione  24301
La fine di un matrimonio, una sofferenza sottovalutata

Dapoxetina contro l’eiaculazione precoce  23491
Il primo e unico farmaco orale contro una delle più comuni disfunzioni sessuali

Leishmaniosi, pericolo anche per l'uomo  23288
Ora disponibile un vaccino per abbattere le infezioni

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss La Pubblicit su Italia SaluteAvvertenze privacy

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante