Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 353

Risultati da 11 a 20 DI 353

14/04/2016 15:48:00 Tra i fattori di rischio virus, batteri e alimentazione artificiale

Otite nei bambini, i fattori di rischio
L'otite colpisce la metà dei bambini entro il primo anno di vita. A favorire la condizione concorrono fattori di rischio quali infezioni virali, batteriche e l'assenza di allattamento al seno.
David McCormick, docente di Pediatria presso l'Università del Texas Medical Branch, spiega: «Anche le interazioni tra batteri e virus possono svolgere un ruolo significativo nella patogenesi dell'otite media acuta e meritano ulteriori indagini».
I ricercatori hanno valutato la prevalenza di ... (Continua)

06/04/2016 11:41:07 Spesso espongono al rischio di problemi di salute

Allergie, attenzione ai test inefficaci
In occasione della settimana mondiale contro le allergie, il Centro Diagnostico Italiano di Milano richiama l’attenzione sui metodi utilizzati per la diagnosi delle allergie che non sono consigliati dall’allergologo ma piuttosto dal web o da amici e conoscenti.
Con l’arrivo della primavera, infatti, le condizioni di salute degli oltre sei milioni di italiani che soffrono di allergie si aggravano e sono sempre più numerosi coloro che cercano beneficio anche in trattamenti “non ortodossi”. ... (Continua)

21/03/2016 15:43:15 Procedura chirurgica mininvasiva per trattare il disturbo

Cataratta, nuova tecnica grazie alle staminali
Dalla Cina arriva una novità importante per la cura della cataratta. Uno studio apparso su Nature descrive infatti una nuova tecnica chirurgica mininvasiva basata sull'utilizzo delle cellule staminali.
I ricercatori della Sun Yat-sen University di Guangzhou, guidati da Haotian Lin, spiegano: «La terapia con cellule staminali ha molte potenzialità nel campo della medicina rigenerativa, anche se molte incertezze, tra cui la potenziale oncogenicità e l'eventuale rigetto immunitario, ne hanno ... (Continua)

21/03/2016 09:35:35 Due studi dimostrano l'efficacia dell'approccio

Poche noccioline al giorno per superare l'allergia
Per evitare l'allergia da arachidi è bene mangiarle sin da piccoli. L'apparente controsenso è alla base di due ricerche pubblicate sul New England Journal of Medicine.
Nella prima, diretta dall'allergologo George Du Toit del Guy's & St Thomas' Hospitals di Londra, due gruppi di bambini affetti da eczema grave o allergia all'uovo sono stati randomizzati a consumare o meno arachidi prima degli 11 mesi di età. I ricercatori hanno così scoperto che a 5 anni i bambini che avevano mangiato le ... (Continua)

04/03/2016 11:21:00 Ricerca evidenzia l'efficacia di darbepoetina ed eritropoietina

Nati prematuri, buoni risultati dai farmaci neuroprotettivi
Nei neonati prematuri il trattamento con agenti stimolanti l'eritropoiesi - darbepoetina o eritropoietina - è associato a risultati cognitivi migliori rispetto al placebo. Lo dice una ricerca pubblicata su Pediatrics da un team dell'Università del New Mexico di Albuquerque guidato da Robin Ohls.
Il dott. Ohls spiega: «I prematuri hanno alte probabilità di sviluppare disturbi neurologici come la paralisi cerebrale (CP), disabilità mentale o deficit di apprendimento e di attenzione in età ... (Continua)

26/02/2016 14:56:00 L’esposizione alle radiazioni nei pazienti in Terapia intensiva neonatale

Neonati prematuri e radiografie, troppi rischi radiologici
I bambini che nascono prematuri hanno spesso bisogno di essere sottoposti a una serie di radiografie per valutare il loro stato di salute. Nel corso del Congresso nazionale AIFM in corso a Perugia è stata presentata la prima indagine nazionale sull’esposizione alle radiazioni ionizzanti nei bambini nati prematuri.
Lo studio, durato tre anni e condotto da AIFM in collaborazione con la Federazione delle Società Medico-Scientifiche Italiane (FISM) e la Società Italiana di Neonatologia (SIN), ha ... (Continua)

18/02/2016 15:08:36 Se assunto dalle donne a rischio di parto prematuro tardivo

Betametasone riduce complicazioni respiratorie nei neonati
L'uso dei corticosteroidi, in particolare di Betametasone, riduce il rischio di complicazioni respiratorie gravi nei bambini nati da parto prematuro tardivo, cioè fra la 34esima e la 36esima settimana di gestazione.
A dirlo è uno studio multicentrico coordinato dai ricercatori del Columbia University Medical Center pubblicato sul New England Journal of Medicine. Cynthia Gyamfi-Bannerman, docente di Ostetricia e Ginecologia presso l'ateneo americano, spiega: «I nostri dati dimostrano che la ... (Continua)

17/02/2016 16:32:35 Il documento è redatto dagli esperti americani dei Cdc

Virus Zika, linee guida per la gestione dei neonati infetti
Il virus Zika pone diversi problemi di gestione agli operatori sanitari. Fra questi, uno dei più delicati riguarda senz'altro i neonati con potenziale infezione congenita. Come noto, l'infezione, veicolata dalle punture delle zanzare Aedes, sembra associata a un aumento dei casi di microcefalia infantile.
Gli esperti dei Centers for Disease Control and Prevention e dell'American Academy of Pediatrics hanno stilato ora delle raccomandazioni indirizzate al trattamento dei neonati con ... (Continua)

09/02/2016 14:42:00 I bambini che dormono nella culla ricevono prima il latte artificiale

Le mamme allattano di più al seno se dormono con i figli
Dormire nel lettone con mamma e papà ha almeno un lato positivo. Secondo una ricerca della Durham University, infatti, le mamme che dormono con i loro piccoli sono più propense ad allattare al seno per un periodo più lungo rispetto alle altre.
Lo studio, pubblicato su Acta Paediatrica, ha rilevato che le mamme che condividono il letto con il loro bambino mostrano maggiori probabilità di proseguire con l'allattamento al seno per 6 mesi.
I ricercatori britannici hanno seguito 687 donne ... (Continua)

05/02/2016 09:59:00 Efficace nel ridurre il fenomeno nei bambini piccoli

L'azitromicina per il respiro sibilante
L'azitromicina si rivela efficace nel trattamento del respiro sibilante nei bambini più piccoli. Lo dice uno studio pubblicato su The Lancet Respiratory Medicine da un team dell'Università di Copenhagen.
Hans Bisgaard, il coordinatore dello studio, spiega: «Le riacutizzazioni virali con sibili sono tra le principali cause di ricovero ospedaliero nei neonati, e gli attuali trattamenti sono spesso inefficaci».
Il team danese ha sperimentato l'effetto dell'azitromicina - un antibiotico - ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX No Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Italy
Centro medico TEL. 06 200.61.24, via Pirlo 66, 00133 Italy

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale