Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 2155

Risultati da 261 a 270 DI 2155

01/10/2015 10:39:00 I dubbi più frequenti fra le donne

Le 6 domande sulla salute del seno
La salute del seno è un argomento delicato per molte donne. Tanti sono i dubbi che spesso attanagliano le pazienti. Al fine di chiarire i punti di maggiore interesse, il prof. Alberto Luini – Co-Direttore Programma Senologia IEO e autore dell'E-book# senonlosai – ha deciso di rispondere ad alcune fra le domande più ricorrenti sull'argomento.

1. MISURE e seno: è vero che chi ha il seno più grosso ha piu probabilità di avere tumori?

La probabilità di avere tumore al seno non ... (Continua)

25/09/2015 16:21:05 Il farmaco per il diabete riduce la densità minerale ossea

La canagliflozina aumenta il rischio di fratture
Un farmaco utilizzato per il trattamento del diabete di tipo 2, la canagliflozina, è associato a un maggior rischio di fratture e perdita della densità minerale ossea. A dirlo è la Food and Drug Administration americana, che ha pubblicato un avviso di sicurezza basato sui dati di 9 studi clinici.
Nelle sperimentazioni l'esposizione media al farmaco è stata di 85 settimane, con un tasso di incidenza di fratture fra 1,1 e 1,5 per 100 pazienti-anno di esposizione.
La canagliflozina è un ... (Continua)

25/09/2015 15:17:00 I dubbi di uno degli scopritori della malattia

Sindrome di Brugada, davvero si può guarire?
Dalla sindrome di Brugada si può guarire. Lo sostiene uno studio realizzato dal medico che ha dato il nome alla sindrome, Josep Brugada (insieme al fratello Pedro), e dall'italiano Carlo Pappone.
I due team hanno pubblicato su Circulation gli esiti del loro lavoro, che ha portato alla messa a punto di una tecnica che consente di eliminare la patologia.
La sindrome di Brugada è una grave malattia genetica che può portare a morte improvvisa. La condizione è responsabile di circa il 15-20 ... (Continua)

24/09/2015 16:55:00 Ricercatori inglesi realizzano l'elenco completo delle mutazioni genetiche

Una mappa per orientarsi nel cancro alla prostata
Nel cancro alla prostata la componente genetica è davvero importante. Quasi il 90 per cento degli uomini che lotta contro un tumore prostatico metastatico presenta una qualche mutazione genetica.
Per questo, un gruppo di ricercatori inglesi dell'Institute of Cancer Research ha messo a punto una mappa completa delle alterazioni genetiche finora note per il fatto di essere coinvolte nello sviluppo di un tumore alla prostata. L'hanno chiamata Stele di Rosetta ispirandosi alla lastra di pietra ... (Continua)

24/09/2015 11:40:04 Pochi metri da solo senza protesi

Paziente paraplegico torna a camminare
Mark Pollock è entrato per sempre nella storia della medicina. Non è un medico, ma un paziente, per l'esattezza il primo paraplegico che è riuscito a camminare di nuovo sulle proprie gambe senza l'ausilio delle protesi.
Il caso è stato descritto sulle pagine del Journal of NeuroEngineering and Rehabilitation, dove viene illustrato il complesso sistema di elettrodi che consente al cervello di comunicare di nuovo con i muscoli. Grazie al sistema ideato da Zoran Nenadic dell'Università della ... (Continua)

23/09/2015 17:39:49 L'importanza della genetica nella scelta degli alimenti

Il cibo come terapia
Ciò che mangiamo è scritto nel DNA. Sono anche i geni ad orientare il gusto, le scelte alimentari, il metabolismo e quindi lo stato di salute o di malattia. Per molte patologie che oggi colpiscono buona parte della popolazione, come l'obesità, o per chi è affetto da diabete o da malattie del metabolismo, il cibo diventa terapia. La pratica clinica ha dimostrato l'efficacia di regimi alimentari particolari anche per il trattamento di malattie neurologiche, come l'epilessia resistente ai ... (Continua)

22/09/2015 15:12:00 Nox è alla base delle più gravi malattie neurologiche
Il meccanismo che scatena sclerosi, Sla ed epilessia
C'è un meccanismo unico alla base dell'insorgenza di diverse malattie neurologiche. Si chiama Nox2 ed è stato scoperto da un progetto europeo di ricerca che ha coinvolto scienziati di tutta Europa.
Nox2 è un meccanismo regolatorio fondamentale di neuro-ossidazione nel processo patologico di malattie come la sclerosi multipla, la Sla e l'epilessia. La proteina è presente in ogni organismo, malato e non, ma la sua attività è altamente variabile da soggetto a soggetto. Lo studio si è ... (Continua)
21/09/2015 15:31:00 Il rischio cardiovascolare non aumenta

Sesso dopo un infarto, si può fare
Un infarto non deve significare la fine della propria vita sessuale. I ricercatori della Ulm University, in Germania, ne sono convinti, tanto che hanno pubblicato sul Journal of the American College of Cardiology i dettagli di uno studio sull'argomento.
I medici tedeschi hanno seguito oltre 500 sopravvissuti a un attacco di cuore, prendendo in considerazione i dati riguardanti la frequenza dei rapporti sessuali e quelli di eventuali altri problemi cardiaci. Si sono concentrati in particolare ... (Continua)

21/09/2015 11:52:53 Ricercatori tedeschi svelano il legame

Obesità e tumore del cervello, un nesso
Ci sarebbe un nesso fra l'obesità e le probabilità di insorgenza del meningioma. Si tratta di un tumore cerebrale particolare, che si sviluppa al di fuori della massa cerebrale, nel rivestimento che viene definito “dura madre”.
A sostenere il collegamento fra i chili di troppo e il cancro è un'équipe di scienziati dell'Università di Regensburg, in Germania, che ha realizzato una metanalisi pubblicata su Neurology. Il lavoro prende in considerazione l'associazione fra obesità, livello di ... (Continua)

21/09/2015 10:20:52 L'antidiabetico riduce i rischi legati alle malattie cardiache
Empagliflozin utile anche per il rischio cardiovascolare
Il suo effetto benefico non si limita al contrasto del diabete. Il farmaco Empagliflozin riduce in maniera significativa anche il rischio cardiovascolare.
Se aggiunto alla terapia standard, in pazienti con diabete di tipo 2 ad alto rischio di eventi cardiovascolari, Empagliflozin riduce il rischio per l’endpoint combinato di mortalità cardiovascolare (CV), infarto del miocardio non-fatale o ictus non-fatale del 14%.
La riduzione della mortalità cardiovascolare è stata del 38%, senza ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102| 103| 104| 105| 106| 107| 108| 109| 110| 111| 112| 113| 114| 115| 116| 117| 118| 119| 120| 121| 122| 123| 124| 125| 126| 127| 128| 129| 130| 131| 132| 133| 134| 135| 136| 137| 138| 139| 140| 141| 142| 143| 144| 145| 146| 147| 148| 149| 150| 151| 152| 153| 154| 155| 156| 157| 158| 159| 160| 161| 162| 163| 164| 165| 166| 167| 168| 169| 170| 171| 172| 173| 174| 175| 176| 177| 178| 179| 180| 181| 182| 183| 184| 185| 186| 187| 188| 189| 190| 191| 192| 193| 194| 195| 196| 197| 198| 199| 200| 201| 202| 203| 204| 205| 206| 207| 208| 209| 210| 211| 212| 213| 214| 215| 216

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX No Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Italy
Centro medico TEL. 06 200.61.24, via Pirlo 66, 00133 Italy

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale