Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 229

Risultati da 1 a 10 DI 229

14/07/2016 Se usati in maniera prolungata alterano la percezione del gusto

I dolcificanti fanno venire fame
Utilizzare i dolcificanti in maniera prolungata potrebbe non essere una buona idea. Lo dice uno studio apparso su Cell Metabolism e firmato da ricercatori dell'Università di Sydney.
Lo studio, realizzato su modello animale, ha fatto luce sui cambiamenti che coinvolgono la percezione del gusto oltre alla regolazione dell'appetito nei soggetti che fanno un uso prolungato dei dolcificanti al posto dello zucchero.
Gli animali esposti per più di 5 giorni a una dieta con dolcificanti mostrano ... (Continua)

04/07/2016 15:30:00 Il consumo è associato a una riduzione dell’indice di massa corporea

La pasta non fa ingrassare
Negli ultimi anni la pasta si è ritrovata addosso una cattiva reputazione: farebbe ingrassare. Cosa che ha spinto molte persone a decidere di limitare il suo consumo, spesso nel quadro di una di quelle aggressive diete “fai da te”.
Ora una ricerca condotta dal Dipartimento di Epidemiologia dell’I.R.C.C.S. Neuromed di Pozzilli rende giustizia a questo fondamentale elemento della Dieta Mediterranea, mostrando come il consumo di pasta sia in realtà associato a una riduzione dell’obesità, ... (Continua)

16/06/2016 14:30:00 I consigli dello psicoterapeuta per curare l'aspetto fisico usando la testa
Dieta, come liberarsi dalla dipendenza da zuccheri
A chi non è mai capitato di concedersi un bel gelato super calorico come consolazione per una giornata dura al lavoro o per un appuntamento andato male? Ma se l’eccezione diventa la regola il grasso si fa avanti, spesso sul girovita.
«Riuscire a modificare il proprio stile di nutrizione non è un compito facile, soprattutto perché al cibo sono legati molti aspetti di gratificazione e compensazione. Il problema si pone quando usiamo il cibo per anestetizzarci in continuazione, e ... (Continua)
24/05/2016 11:57:00 Diete a basso contenuto di grassi potrebbero essere negative

Non tutti i grassi vengono per nuocere
Bandire i grassi dalla propria alimentazione non è una grande idea. Lo ricordano i ricercatori del National Obesity Forum e del Public Health Collaboration, due istituzioni britanniche.
«Sarebbe meglio - sostengono gli esperti - evitare di mangiare fuori dai pasti, perché è proprio quest'abitudine che fa ingrassare».
I grassi, quindi, non andrebbero demonizzati perché, ricordano i medici inglesi, «mangiare grasso non significa sempre diventare grassi».
«Mangiare formaggi, yogurt e ... (Continua)

17/05/2016 11:00:00 Uno studio conferma l'effetto di riduzione garantito dal formaggio

Pressione alta ko grazie al Grana Padano
Curarsi mangiando. Dal congresso dell’autorevole American Society of Hypertension di New York la conferma che il cibo può essere la nostra medicina. Nel corso dei lavori è stato presentato e condiviso uno studio che dimostra come una dieta a base di Grana Padano DOP abbia contribuito a ridurre la pressione arteriosa nei soggetti affetti da ipertensione.
Lo studio clinico, realizzato dall’Unità Operativa di Ipertensione dell’Ospedale Guglielmo da Saliceto di Piacenza, guidata dal dott. ... (Continua)

05/05/2016 11:48:58 I cani sono geneticamente predisposti a prendere peso

Dai labrador un aiuto per combattere l'obesità
Chi ha un labrador in casa dovrebbe tenere d'occhio la linea del proprio cane. Secondo una ricerca pubblicata su Cell Metabolism, infatti, i labrador sono geneticamente destinati a ingrassare nel corso della loro vita. A scoprirlo è un gruppo di ricercatori dell'Università di Cambridge guidati da Eleanor Raffan e Gilles Yeo al quale ha partecipato anche la giovane ricercatrice italiana Elena Conci.
I cani nuotatori selezionati in Nordamerica potrebbero essere utili per capire i meccanismi ... (Continua)

26/04/2016 11:00:00 L'arrivo della bella stagione accentua i timori sulla propria inadeguatezza

Bikini blues, depressi per la propria forma fisica
Le belle giornate e le temperature sopra la media fanno già immaginare i primi week end al mare o in campagna, dove metteremo da parte i pesanti abiti invernali. E proprio l’idea di iniziare a scoprirsi provoca in un italiano su 2, sentimenti contrastanti come euforia ma al tempo stesso ansia e insoddisfazione per la propria forma fisica.
In altre parole sono vittime di quella che gli esperti hanno definito “bikini blues”, e proprio uno studio scientifico australiano condotto dalla dott.ssa ... (Continua)

04/04/2016 17:30:00 Effetto presente negli uomini colpiti da malattia coronarica

Il testosterone riduce il rischio di infarto
Una terapia a base di testosterone potrebbe aiutare gli uomini affetti da malattia coronarica a ridurre il rischio di eventi cardiovascolari avversi come l'infarto o l'ictus. A rivelarlo è uno studio dell'Intermountain Medical Center Heart Institute di Salt Lake City presentato durante il meeting annuale dell'American College of Cardiology.
Nello studio sono stati coinvolti 755 uomini di età compresa fra i 58 e i 78 anni, tutti colpiti da una grave malattia coronarica. I volontari sono ... (Continua)

04/04/2016 15:10:00 Nel controllo glicemico negli adulti con diabete di tipo 2

Diabete, Liraglutide più efficace di Sitagliptin
Il farmaco Liraglutide si è rivelato più efficace di Sitagliptin nel controllo del diabete di tipo 2. I risultati dello studio clinico LIRA-SWITCH, di confronto tra Liraglutide (Victoza) e Sitagliptin, entrambi in combinazione con metformina, presentato a ENDO 2016, congresso annuale della Società di endocrinologia americana in corso a Boston, hanno dimostrato che in adulti con diabete di tipo 2 passati dal trattamento con Sitagliptin (100 mg) a Liraglutide (1,8 mg) si è avuta una riduzione di ... (Continua)

01/04/2016 Il ruolo dell’Hdl è più complesso di quanto pensiamo

Anche il colesterolo buono è cattivo
Non c’è da fidarsi neanche degli amici. È la morale che scaturisce da uno studio della Scuola di medicina Perelman presso l'Università della Pennsylvania. Secondo gli scienziati americani, una specifica mutazione di un gene che codifica per una proteina del recettore cellulare per l'Hdl vanifica le proprietà di quest'ultimo, aumentando il rischio di malattia coronarica in presenza di livelli elevati di colesterolo «buono».
«Ricerche precedenti suggeriscono che l'Hdl potrebbe non essere così ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX No Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Italy
Centro medico TEL. 06 200.61.24, via Pirlo 66, 00133 Italy

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale