Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 1779

Risultati da 871 a 880 DI 1779

07/03/2012 Si aprono nuove strade per la cura dell’obesità e diabete

Trovato il meccanismo cerebrale che regola il metabolismo
E’ possibile controllare il peso corporeo mangiando quanto si vuole e muovendosi poco? E’ possibile evitare non solo l’obesità, ma anche le sue conseguenze – per esempio, alti livelli di colesterolo e trigliceridi nel sangue – senza ricorrere alla dieta alimentare e all'esercizio fisico ?
Un articolo pubblicato oggi sulla prestigiosa rivista Cell Metabolism dimostra che farmaci che consentano di realizzare questo obbiettivo, per quanto ancora lontani, potrebbero essere un giorno ... (Continua)

07/03/2012 L'effetto positivo del fitness sulle funzioni cognitive

La buona capacità aerobica favorisce l’apprendimento
Sono ormai numerosi e risaputi gli effetti benefici dell’attività aerobica sull’organismo umano, ora si aggiunge a questi anche quello di promuovere le capacità di apprendimento sia negli uomini che negli animali. Ad esempio, gli anziani fisicamente più attivi sono meno inclini al declino fisiologico e cognitivo rispetto a coloro che conducono una vita sedentaria. Tuttavia, non è ben noto se le funzioni cognitive siano stimolate dalla capacità aerobica o dal piacere generato dall’attività ... (Continua)

06/03/2012 16:13:48 L’effetto del piacere sui recettori dopaminergici è uguale per tutto

Drogarsi con il gelato, è possibile?
Il senso di appagamento e di piacere che qualsiasi sostanza assunta può dare all’individuo è generato da un improvviso rilasciamento di un neurotrasmettitore eccitante, la dopamina, anche il gelato è in grado di farlo.
Un'evidenza scientifica pubblicata sul ''American Journal of Clinical Nutrition derivata da una ricerca effettuata dall'Oregon Research Institute (Usa), afferma che anche il più gettonato tra i dolci estivi, ossia il gelato, può portare ad una dipendenza. Così come sostanze ... (Continua)

02/03/2012 11:42:41 Il continuo e persistente stato di allerta non cessa mai

Nella depressione l’allerta è sempre accesa
L’arousal, ossia il livello di attivazione del sentimento d’allerta, nei soggetti depressi, in cui esiste anche e soprattutto uno stato ansioso generalizzato è sempre presente.
In uno studio viennese un gruppo di scienziati hanno individuato nei soggetti con disturbo depressivo una modificazione recettoriale riguardante la trasmissione serotonergica che sarebbe responsabile di uno stato continuo di accensione mentale che spesso è riscontrabile in certe forme di depressione, soprattutto ... (Continua)

01/03/2012 15:52:53 Sarà possibile tradurre il pensiero in azioni


È nata un’interfaccia tra cervello e un computer portatile
Da una ricerca italiana nasce il primo sistema di ausilio di comunicazione portatile con il “brain computer interface”. Si tratta di un apparecchio non invasivo e di facile utilizzo in grado di tradurre i segnali del cervello in parole e azioni. Accendere e spegnere la luce, aprire la porta, formulare parole e frasi, ma solo con il pensiero: da un progetto di un team di ricerca guidato da Febo Cincotti, ricercatore della Fondazione Santa Lucia IRCCS di Italy, è nato il prototipo di interfaccia ... (Continua)

01/03/2012 La conduzione serotonergica è la funzione più coinvolta
L'ecstasy in gravidanza fa male al cervello del nascituro
L'ecstasy il cui principio attivo è la metil-endiossi-meta-anfetamina, assunta da donne in gravidanza potrebbe causare disturbi comportamentali nel nascituro per l'interferenza sul normale sviluppo del cervello che la sostanza comporta. Molte donne potrebbero esporre il proprio feto ad ecstasy inavvertitamente prima di sapere di essere incinte. Un’equipe inglese multicentrica ha dimostrato gli effetti, sospettati ma fina ad ora mai provati, negativi della sostanza sullo sviluppo del ... (Continua)
27/02/2012 13:26:47 Il ruolo degli endocannabinoidi nel controllo dei comportamenti abituali

Gli automatismi s’innescano al di fuori della volontà
Si aggiunge un nuovo tassello alla comprensione delle alterazioni comportamentali associate all’abuso da marijuana e si apre la strada alla ricerca di farmaci innovativi per la loro cura.
Il Dipartimento di Neuroscience and Brain Technologies dell’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova è autore di un importante studio pubblicato su Nature Neuroscience, la più autorevole rivista internazionale per le Neuroscienze, dal titolo “SK channel modulation rescues striatal plasticity and control ... (Continua)

24/02/2012 11:36:51 Il neurotrasmettitore che abbassa il livello di ansia da perdita finanziaria

La trasmissione noradrenergica correla col gioco d’azzardo
La noradrenalina è un neurotrasmettitore ampiamente rappresentato nel cervello ed è stato correlato con il comportamento del giocatore d’azzardo. In un recente studio effettuato dalle Università di Kyoto, Chiba e Tokyo sono stati definiti i meccanismi di neurotrasmissione responsabili di questo fenomeno.
Gli studi di risonanza magnetica funzionale hanno già chiarito che sia la corteccia prefrontale (PFC), sia lo striato sia l'amigdala, rappresentano le strutture maggiormente implicate ma ... (Continua)

22/02/2012 13:53:40 Le prestazioni cognitive migliorano con sedute computer assistite

Utile il pc per la riabilitazione della sclerosi multipla
La sclerosi multipla è una malattia neurodegenerativa del SNC che determina la perdita della guaina mielinica elemento essenziale per la trasmissione neurologica. La perdita di alcune funzioni comprese quelle superiori, caratteristiche della malattia, possono migliorare grazie all’utilizzo di un personal computer.
Lo afferma una ricerca italiana pubblicata sulla rivista Radiology in cui è stata utilizzata la fMRI, ossia la risonanza magnetica funzionale, per studiare gli effetti di un tipo ... (Continua)

20/02/2012 15:53:59 I “quantum dots” usati per una diagnosi precisa

Studiare il tumore cerebrale con il virus Sendai
Il virus Sendai si è dimostrato un vettore eccezionale per i Quantum dots (Qdots); lo afferma una ricerca pubblicata sul Journal of Nanobiotechnology che evidenzia come un tumore cerebrale possa essere studiato grazie a queste nuove metodiche. I Qdots trasportati da proteine virali si legano ai recettori dei fattori di crescita tumorali (EGFR). Grazie a questo modo di targare le cellule sarà possibile studiare meglio i tumori cerebrali e i trattamenti terapeutici. I Qdots sono corpuscoli ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102| 103| 104| 105| 106| 107| 108| 109| 110| 111| 112| 113| 114| 115| 116| 117| 118| 119| 120| 121| 122| 123| 124| 125| 126| 127| 128| 129| 130| 131| 132| 133| 134| 135| 136| 137| 138| 139| 140| 141| 142| 143| 144| 145| 146| 147| 148| 149| 150| 151| 152| 153| 154| 155| 156| 157| 158| 159| 160| 161| 162| 163| 164| 165| 166| 167| 168| 169| 170| 171| 172| 173| 174| 175| 176| 177| 178

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX No Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Italy
Centro medico TEL. 06 200.61.24, via Pirlo 66, 00133 Italy

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale