Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 1779

Risultati da 1171 a 1180 DI 1779

23/09/2010 15:25:17 Dati in continuo aumento in Italia ed Europa

Emergenza depressione, in arrivo nuovi farmaci
Immaginate l’Italia intera colpita da depressione. Sono infatti 60 milioni le persone in tutta Europa che soffrono della patologia, la metà delle quali in maniera grave. Stando alle stime dell’Oms, fra dieci anni la depressione costituirà la seconda causa di disabilità al mondo. Fra le ragioni più ricorrenti e scatenanti l’amore, i problemi economici, la disoccupazione.
Per quanto riguarda l’Italia, il rischio di essere colpiti dalla malattia è del 25 per cento nel corso della propria vita, ... (Continua)

21/09/2010 10:20:56 Ricercatori “fotografano” la sede in cui si forma il meccanismo psicologico

Ecco dove nasce il senso di colpa
Anche la colpa ha una sua origine fisica. Un team di ricercatori italiani dell'IRCSS Fondazione Santa Lucia di Italy ha scoperto l'area del cervello in cui nasce il senso di colpa, che si mostra peraltro diviso in due tipi, “deontologico” e “altruistico”.
La prima categoria è connessa con il concetto di moralità e non causa conseguenze negative nei confronti degli altri, al contrario del secondo tipo di senso di colpa, per via del quale gli altri subiscono un danno che non è però associabile ... (Continua)

20/09/2010 10:42:37 Scoperta la capacità dell’organismo di limitare il dolore a livello periferico

Un antidolorifico che non fa male
Una ricerca internazionale apre la strada alla messa a punto di nuovi farmaci antidolorifici che non entrino in conflitto con il sistema nervoso centrale. È stato pubblicato, infatti, sulla prestigiosa rivista Nature Neuroscience uno studio frutto della collaborazione internazionale tra gruppi di ricerca dell’Istituto Italiano di Tecnologia, dell’Università della California Irvine, dell’Università della Georgia (USA) e delle Università di Napoli “Federico II” e di Urbino.
Per l’Istituto ... (Continua)

20/09/2010 La vita sessuale delle donne migliora anche solo con il pensiero

Sesso, basta un placebo
Alla ricerca estenuante di una soluzione magica ai problemi che si presentano sotto le lenzuola, non viene naturale pensare che l'arma più potente rimane il nostro cervello.
Non serve molto, alle donne è sufficiente infatti un semplice placebo per migliorare il loro rapporto con la sessualità. Ad affermarlo un nuovo studio dell'Università del Texas pubblicato sul Journal of Sexual Medicine, che ha seguito un gruppo di 50 donne coinvolgendole in una sperimentazione clinica.
La base ... (Continua)

17/09/2010 La prospettiva “teranostica” per combattere i tumori

Cancro, diagnosi ultra-precoce con le nanoparticelle
Nanoparticelle magnetiche capaci di effettuare contemporaneamente diagnosi e terapia, individuando le singole cellule tumorali: è la prospettiva ‘teranostica’ dischiusa da una ricerca congiunta delle Università di Milano, Pavia e Saragozza presentata oggi a Italy alla decima Conferenza internazionale sui materiali nanostrutturati (Nano 2010) di cui è chairman Dino Fiorani, direttore dell’Istituto di struttura della materia del Consiglio nazionale delle ricerche (Ism-Cnr), insieme con Elisabetta ... (Continua)

13/09/2010 Mutazioni del gene atassina 2 associate a un maggior rischio del morbo di Gehrig

SLA, scoperto nuovo fattore di rischio genetico
Un team internazionale di scienziati dell'Università della Pennsylvania (Stati Uniti) e dell'Università Goethe di Francoforte, in Germania, ha identificato un nuovo fattore di rischio genetico per la sclerosi laterale amiotrofica (SLA), comunemente conosciuta come morbo di Lou Gehrig, il giocatore di baseball statunitense che morì a causa di questa rara malattia cerebrale a soli 38 anni. L'UE ha supportato questa ricerca mediante il progetto EUROSCA ("Progetto integrato europeo sull'atassia ... (Continua)

08/09/2010 Ricerca americana si pone l'obiettivo più ambizioso

L'ultima frontiera, leggere nel pensiero
La scienza si diverte a rincorrere la fantascienza. Come in un romanzo d'avanguardia, infatti, potrebbe essere presto possibile ricostruire il pensiero umano e violare così una delle poche dimensioni intime che ci sono rimaste.
A tentare ciò che appare ancora adesso impossibile è un gruppo di ricercatori statunitensi guidati dal bioingegnere Bradley Greger dell'Università dello Utah, i quali hanno messo a punto un sistema computerizzato in grado di riconoscere – nel 90 per cento dei casi – ... (Continua)

02/09/2010 Studio mette in discussione i benefici di una buona attività cerebrale

Pro e contro di un cervello allenato
Era ormai diventata una conoscenza condivisa da molti, se non da tutti, ma “allenare” il proprio cervello potrebbe avere anche effetti negativi. Ad affermarlo una recente ricerca statunitense pubblicata sulla rivista specializzata Neurology.
Secondo i ricercatori del Rush University Medical Center di Chicago, le attività che chiamano in causa il cervello stimolandolo come ad esempio lo studio, le parole crociate e il sudoku, ma anche più semplicemente la televisione o la radio, avrebbero ... (Continua)

27/08/2010 Gli effetti benefici di un periodo di riposo svaniscono subito

Vacanze troppo brevi per il nostro cervello
Sono ancora un miraggio per la maggior parte delle persone, e insufficienti per tutti o quasi. Le tanto desiderate vacanze estive rischiano di deluderci profondamente, stando ai risultati di una ricerca olandese realizzata dalla Radboud University. Gli effetti positivi del riposo e dello svago non durerebbero oltre i due giorni, una volta rientrati al lavoro e alle consuete abitudini.
I ricercatori hanno chiesto ai partecipanti di comunicare il loro stato psicofisico due settimane prima ... (Continua)

24/08/2010 E' un farmaco già disponibile, ottimo contro l'Alzheimer

Alzheimer sconfitto dalla molecola Gm-Csf
Una proteina usata per combattere i tumori e l’artrite reumatoide è risultata efficace per ridurre i sintomi dell’Alzheimer, riducendo il volume delle placche che assediano i neuroni e la perdita di memoria che è una delle conseguenze più gravi di questa malattia neuro-degenerativa.
Lo scrivono i ricercatori dell'Universita' della Florida sull'ultimo numero online del Journal of Alzheimer's Disease; i medici avevano già notato che i pazienti affetti da artrite reumatoide erano meno esposti ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102| 103| 104| 105| 106| 107| 108| 109| 110| 111| 112| 113| 114| 115| 116| 117| 118| 119| 120| 121| 122| 123| 124| 125| 126| 127| 128| 129| 130| 131| 132| 133| 134| 135| 136| 137| 138| 139| 140| 141| 142| 143| 144| 145| 146| 147| 148| 149| 150| 151| 152| 153| 154| 155| 156| 157| 158| 159| 160| 161| 162| 163| 164| 165| 166| 167| 168| 169| 170| 171| 172| 173| 174| 175| 176| 177| 178

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX No Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Italy
Centro medico TEL. 06 200.61.24, via Pirlo 66, 00133 Italy

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale