Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 236

Risultati da 91 a 100 DI 236

22/07/2013 Da un altro batterio la possibile arma di difesa

Un probiotico contro la salmonella
Il batterio della salmonella potrebbe essere contrastato attraverso l'uso di un altro batterio. È la conclusione di una ricerca dell'Università della California di Irvine e dell'Università di Washington pubblicata sulla rivista Cell Host and Microbe.
I ricercatori hanno scoperto che un comune probiotico utilizzato per il trattamento della sindrome del colon irritabile e per migliorare l'equilibrio della flora batterica intestinale ha un effetto antagonista nei confronti della ... (Continua)

25/06/2013 Effetti anche sulla fertilità maschile e femminile

La clamidia aumenta il rischio di cancro
Uno studio del Max Planck Institute di Berlino ha evidenziato l'estrema pericolosità delle infezioni da Chlamydia trachomatis, un batterio in grado di provocare mutazioni genetiche e favorire così la comparsa del cancro.
Il microrganismo è la principale causa della patologia batterica sessualmente trasmissibile che colpisce circa 90 milioni di persone ogni anno. Nel 70 per cento dei casi, le donne colpite dal batterio non mostrano alcun sintomo, ma l'infezione è spesso cronica e difficile ... (Continua)

19/06/2013 Uno studente trova la soluzione per eradicare l'infezione

Una cura per il super-batterio Mrsa
Lo stafilococco aureo resistente alla meticillina, il temibile Mrsa, potrebbe avere le ore contate. Uno studente australiano di 14 anni ha scoperto la possibilità di eliminare l'infezione grazie a un prodotto naturale, il miele di Manuka.
Si tratta di un particolare tipo di miele prodotto in Nuova Zelanda già salito alla ribalta delle cronache scientifiche per le sue notevoli proprietà benefiche, soprattutto per la sua attività antibatterica.
Ora Zaynab Sheriffdeen, questo il nome del ... (Continua)

18/06/2013 Il decalogo degli esperti per un’alimentazione estiva sicura

Il rischio di intossicazioni alimentari d'estate
Con l’arrivo del caldo e dell’estate aumenta il rischio di tossinfezioni alimentari. I dati più recenti ci dicono che nel 2011 sono stati riportati 5648 focolai di tossinfezione alimentare, rispetto i 5276 del 2010. L’Italia è il secondo stato, tra quelli analizzati, con maggior numero di focolai segnalati (908 casi) segnalati (dati EFSA, European Food Safety Authority).
Si tratta di sindromi causate dall’ingestione di cibi contaminati da sostanze tossiche o microorganismi patogeni, in ... (Continua)

04/06/2013 Tecnica alternativa agli antibiotici per liberarsi del batterio

Il trapianto di feci per eradicare il Clostridium difficile
Il nome della terapia non è certo invitante, ma sembra funzionare. Il trapianto di feci diventa realtà anche in Italia, dove la prima paziente si è sottoposta al trattamento presso l'Ospedale Luigi Sacco di Milano.
A distanza di 15 giorni dall'intervento, la tossina batterica è scomparsa dall'organismo. Su richiesta della stessa paziente, i medici milanesi hanno richiesto un parere positivo del comitato etico, un passaggio obbligatorio per il ricorso alle cure compassionevoli, ovvero quelle ... (Continua)

03/06/2013 Una tossina potrebbe far regredire i sintomi

Dall’intestino una cura per l’Alzheimer?
L’intestino potrebbe nascondere la chiave per la soluzione dell’enigma posto ai ricercatori dalla malattia di Alzheimer. Un team italiano ha infatti scoperto che una tossina prodotta dal batterio Escherichia Coli avrebbe la capacità di far regredire i sintomi della patologia neurologica.
La ricerca, pubblicata su Plos One, è a cura di un’équipe formata da vari ricercatori dell’Istituto superiore di sanità e dell’Università di Bologna. La tossina, denominata CNF1, agisce sui sintomi ... (Continua)

03/06/2013 Abbattimento dei tempi con il nuovo sistema

Nuovo metodo per l’individuazione della salmonella
Un team della Penn State University ha messo a punto un nuovo metodo di analisi che permette di individuare le contaminazioni da salmonella risparmiando la metà del tempo.
Il nuovo sistema, descritto sulle pagine del Journal of Clinical Micriobiology, si basa su due geni legati alla virulenza del batterio e ad altre due zone del Dna caratteristiche di ogni sottotipo.
“Nello studio ci sono stati inviati 20 campioni di batteri di salmonella, dieci dei quali provenienti da uno stesso ... (Continua)

23/05/2013 La sostanza efficace contro un ceppo resistente ai farmaci

La vitamina C contro la tubercolosi
Un ceppo di tubercolosi particolarmente resistente ai farmaci potrebbe essere messo fuori gioco dalla vitamina C. A dirlo è una ricerca dell'Albert Einstein College of Medicine della Yeshiva University pubblicata su Nature Communications.
Stando ai risultati dello studio la vitamina C potrebbe essere aggiunta ai medicinali anti-tubercolotici per ridurre i sintomi e i giorni di terapia necessari. Secondo quanto affermato dagli scienziati, la vitamina C produrrebbe la cosiddetta reazione di ... (Continua)

15/05/2013 Nella flora intestinale la risposta ai problemi di obesità e diabete
Un batterio che fa dimagrire
Dal Belgio arriva una ricerca che potrebbe rivoluzionare l'approccio ai problemi di peso delle persone. Si tratta di uno studio dell'Università Cattolica di Lovanio che ha scoperto le capacità “dietetiche” del batterio Akkermansia muciniphila, in grado di ridurre l'assorbimento del cibo.
Il batterio agisce modificando la struttura che avvolge l'intestino, aumentandone lo spessore, riuscendo così ad allontanare il cibo dai villi intestinali che assorbono le sostanze nutrienti. In un'analisi ... (Continua)
14/05/2013 Studio rivela i limiti della formula attualmente utilizzata

Pertosse, vaccino più efficace cambiando adiuvante
Un cambio dell'adiuvante potrebbe potenziare l'efficacia del vaccino contro la pertosse. A dirlo è uno studio del Trinity College di Dublino pubblicato su Plos Pathogens. L'adiuvante è la molecola che serve a stimolare la risposta immunitaria e accompagna le parti del microrganismo responsabile della patologia.
In passato veniva utilizzato integralmente il batterio, una tecnica assai efficace ma con molti effetti collaterali. Ora il vaccino è composto solo da alcune parti del microrganismo e ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX No Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Italy
Centro medico TEL. 06 200.61.24, via Pirlo 66, 00133 Italy

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale