(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) perché estraneo o danneggiato, e di trasformarne le basi azotate: “le citosine (una delle quattro basi azotate tipiche del Dna) vengono cambiate in uracili, delle basi atipiche. Nel corso del tempo, nell'uracile si accumulano mutazioni tali da disattivare la capacità di quel frammento di DNA di codificare proteine.
In seguito, altri enzimi raccolgono i frammenti di DNA contenenti uracile e li distruggono”, spiega Harris.
Già da tempo si sapeva dell'esistenza di molecole in grado di distruggere il Dna danneggiato, ma finora non si erano compresi bene i meccanismi di funzionamento, in particolare per ciò che riguarda l'enzima APOBEC3A, che pare il più attivo in questo lavoro di pulizia.
I ricercatori si augurano ora di utilizzare le nuove conoscenze per sviluppare terapie genetiche alternative e più efficaci: “comprendendo come funziona questo meccanismo, possiamo aprire la strada a terapie genetiche. Potremo sviluppare dei metodi per disabilitare alcune parti di Dna, disattivando i geni dannosi senza influenzare quelli benefici”, ha dichiarato il dott. Harris.

11/01/2010 Andrea Sperelli


Puoi fare una domanda agli specialisti del e iscriverti alla , riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante


www.farm-pump-ua.com

medicaments-24.com