(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) serve per curare certe malattie servono prove anche per affermare che una sostanza è tossica o pericolosa o cancerogena. Servono prove anche se la sostanza è naturale e, a maggior ragione, se si tratta di un alimento. Altrimenti si rischia di provocare inutili allarmismi, peraltro privi di qualunque fondamento.
L’Anmfit afferma che:
1) il peperoncino non è cancerogeno;
2) non esiste alcun lavoro scientifico che ne dimostri la pericolosità, anzi, tutti gli studi dimostrano che procura numerosi benefici.
Il peperoncino è tra tutte le piante quella con maggiori proprietà antiossidanti ed ha una elevata attività antiproliferativa su cellule tumorali. Causa la cosiddetta Apoptosi, ossia la morte programmata delle cellule del tumore prostatico.“Chi gradisce il peperoncino”, spiega Firenzuoli, “può quindi mangiarlo tranquillamente senza rischi. Anzi, proprio i maschi devono sapere che la pianta contiene sostanze addirittura utili nella prevenzione del cancro prostatico”.





Puoi fare una domanda agli specialisti del e iscriverti alla , riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante


Buy Cabergoline

cialis-viagra.com.ua

http://pills24.com.ua