(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) studio, quindi, ad essere investito dall’innamoramento non sarebbe tanto il cuore, ma il cervello: “anche se il cuore – precisa Stephanie Ortigue, coordinatrice dello studio – è strettamente collegato al processo dell'innamoramento, ricevendo segnali dal cervello che fanno aumentare i battiti, dando la classica sensazione delle 'farfalle nello stomaco'. Questi risultati confermano che l'amore ha una base scientifica e che quando non va, è una causa di stress emotivo e depressione. Capendo perché ci si innamora e perché si ha il cuore spezzato, si possono usare nuove terapie e capire meglio i dolori di chi è afflitto dal mal d'amore e dai problemi di una storia finita male”.
Secondo lo studio, inoltre, i tipi di amore non sono tutti uguali, dal momento che quello tra madre e figlio è generato dall’attivazione di alcune aree centrali del cervello, mentre quello appassionato di una coppia è invece messo in moto dalle zone legate ai meccanismi della ricompensa e da altre connesse con la formazione dell’immagine corporea.
Un'altra ricerca americana sottolinea che in fase di innamoramento nel cervello si attivano le aree dell’energia e dell’euforia, ma mentre per l’uomo si attivano le zone del cervello legate al desiderio sessuale, il cervello femminile dà una risposta più romantica.
Il cervello di 17 giovani è stato sottoposto a risonanza magnetica mentre venivano loro mostrate le immagini della persona amata, alternandole a quelle di conoscenti o amici. È stato così scoperto che la reazione cerebrale suscitata dalla visione dell’immagine della persona di cui si è innamorati è collegata all'attivazione del nucleo caudato destro e dell'area ventrale tegmentale destra, e alla produzione di alti livelli di dopamina. La dopamina è una sostanza chimica cerebrale che produce sensazioni di soddisfazione e piacere. Elevati livelli di dopamina sono infatti collegati a una maggiore energia, motivazione a raggiungere un obiettivo ed euforia. Di fronte all'immagine dell'amato, inoltre pare si accenda, secondo i ricercatori, anche l'area cerebrale attivata quando si mangia la cioccolata.
Se però nelle donne ad attivarsi sono i punti che scatenano emozione, desiderio e attenzione, nella maggior parte degli uomini 'fotografati' l'attività è concentrata anche nelle aree che elaborano le immagini, comprese alcune legate al desiderio sessuale. Secondo Helen Fisher della Rutgers University ''l'amore romantico è una forma evoluta di uno dei tre collegamenti primari cerebrali mirati alla riproduzione nei mammiferi. L'impulso sessuale si è evoluto per motivare i singoli a cercare un partner compatibile. L'attrazione, 'antenata' dell'amore romantico, si è sviluppata per permetterci di scegliere compagni adatti, mentre il meccanismo cerebrale si è evoluto per consentirci di restare con un compagno abbastanza a lungo per allevare la prole e consentire, così, la sopravvivenza della specie''.


26/10/2010 Arturo Bandini


Puoi fare una domanda agli specialisti del e iscriverti alla , riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante


сиалис страна производитель

Купить Варденафил

для потенции