(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) nei pazienti con trombosi venosa profonda tramite catetere, che nello studio Attract ha comportato il rilascio di tPA sul trombo con o senza aspirazione del materiale trombotico macerato», osservano gli autori.
Il trial ha visto la partecipazione di 692 pazienti con trombosi venosa profonda prossimale acuta, randomizzati a ricevere il trattamento anticoagulante con warfarin da solo o l'anticoagulante più la trombolisi farmaco-meccanica. L'indicatore primario di efficacia era lo sviluppo di una sindrome post-trombotica, definita da un punteggio di Villalta pari o superiore a 5 o di un'ulcera alla gamba con trombosi delle vene profonde, comparsa dopo 6-24 mesi.
Il follow up, durato due anni, ha evidenziato che il 47% dei pazienti assegnati alla trombolisi farmaco-meccanica e il 48% di quelli del gruppo di controllo hanno sviluppato una sindrome post-trombotica.
«Servono adesso studi diretti a individuare particolari sottogruppi di pazienti che potrebbero trarre beneficio da questa terapia», aggiunge Vedantham. «Penso che il principale messaggio di Attract sia che la maggior parte dei pazienti potrebbe evitare una procedura non necessaria che può comportare rischi e costi significativi».

Fonte: NEJM


Leggi altre informazioni
09/01/2018 Andrea Sperelli


Puoi fare una domanda agli specialisti del e iscriverti alla , riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante