(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) dell’Alzheimer presenta un danno della funzionalità cerebrale grave e diffuso, mentre nella demenza frontotemporale il danno è circoscritto alle regioni cerebrali anteriori. Una differenza che permette di distinguere le due patologie precocemente e con grande precisione. «Questo studio ci aiuta a comprendere i diversi “percorsi” che le due malattie seguono nel cervello e nel futuro ci aiuterà a sviluppare nuovi strumenti diagnostici non invasivi e offrire un percorso terapeutico personalizzato ai pazienti», spiegano il professor Massimo Filippi, a capo dell’Unità di Neuroimaging quantitativo, e la dottoressa Federica Agosta, neurologa e ricercatrice della stessa unità.

Leggi altre informazioni
28/09/2017 Arturo Bandini


Puoi fare una domanda agli specialisti del e iscriverti alla , riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante


виагра 50

дженерик сиалис киев