(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) la colazione o la fa male si sente più assonnato (69%), spossato (61%) e irritabile (57%). Anche psichiatri e nutrizionisti concordano sul fatto che la colazione è l’antidoto perfetto per vivere al meglio le festività. Tra i consigli contenuti nel “decalogo del buonumore”, dedicare più tempo alla prima colazione, ricordarsi di dialogare con i propri vicini di tazza, spegnere tv e smartphone.
È quanto emerge da uno studio condotto da Nestlé e Granarolo su circa 1200 italiani, uomini e donne di età compresa tra i 18 e i 65 anni, condotto con metodologia WOA (Web Opinion Analysis).
A sottolineare l’importanza della buona colazione durante le festività natalizie interviene lo psichiatra Michele Cucchi, Direttore Sanitario del Centro Medico Santagostino di Milano: «Il mattino ha l'oro in bocca, una locuzione latina nata da un grande intuito neurobiologico. Un discorso che vale soprattutto per le allodole, ovvero quelle persone che tendono a concentrare nelle prime ore della mattina le attività a più alta intensità della giornata. Saltare la colazione porta tanti problemi, soprattutto durante le festività: non solo fa male alzarsi tardi alla mattina in modo disordinato, ma soprattutto accompagnare questa abitudine tipicamente festaiola, a cene abbondanti e salto a pie’ pari della colazione. Si confonde infatti il nostro orologio cronobiologico interno, che tiene il passo sincronizzando i ritmi ormonali con lo stile comportamentale e con le variabili esterne, come luce, clima, cibo e attività fisica. Diversi studi scientifici hanno rilevato inoltre che una prima colazione adeguata è associata nei bambini ad un miglior utilizzo delle capacità di memorizzazione, del livello di attenzione e della comprensione durante la lettura e dell’ascolto. La prima colazione, infatti, fornisce l’energia necessaria per affrontare la giornata e prolunga il senso di sazietà nelle ore successive, limitando il rischio di pericolosi fuori-pasto e riducendo il consumo calorico negli altri pasti della giornata».
Ma quali sono le principali ragioni per cui durante la feste sempre più persone saltano il pasto più importante della giornata? Secondo una recente ricerca dell’OCSE, l’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico, gli italiani dormono mediamente 490 minuti al giorno: durante le feste però 3 italiani su 10 dormono fino a 90 minuti in più, relegando la colazione a pasto secondario rispetto al pranzo. Una buona parte della popolazione infatti tende a dormire qualche ora in più (27%), soprattutto giovani appartenenti alla fascia 18-35 anni, che approfittano delle giornate di vacanza per fare le ore piccole e riposare fino a tarda mattinata. Un’importante parte della popolazione invece si sente già sazia dopo le abbondanti cene da amici o parenti (17%), mentre l’8% non fa colazione perché in viaggio verso le località di villeggiatura o i paesi d’origine.
Privarsi di una buona prima colazione non è certamente salutare, ma farla in malo modo può portare a disagi altrettanto indesiderati. Il 22% degli italiani infatti, pur non rinunciando alla colazione, tende a “riciclare” gli avanzi dei pranzi e dei cenoni accumulati nei giorni precedenti. Queste persone affidano il primo pasto della giornata ad alimenti ipercalorici, difficilmente digeribili e molto zuccherati, come fette di panettone o di pandoro (47%), dolci della tradizione (35%), datteri (29%), frutta candita (21%), torroni (17%), tutti alimenti che possono far incorrere in malesseri e spossatezza.
«È dimostrato che mangiare i cibi preferiti può stimolare il rilascio di endorfine, (neurotrasmettitori) che migliorano l’umore – commenta il Dott. Nicola Sorrentino, Specialista in Scienza dell’Alimentazione e Dietetica. – L’attrazione per un alimento è legata non solo alle sue caratteristiche sensoriali e alla fame che si ha, ma anche a ciò che ogni singolo individuo ha vissuto in passato nei confronti dell’alimento. In sintesi l’alimento giusto con la giusta compagnia migliora l’umore. Tra gli alimenti da consumare a colazione durante le feste, il latte è la bevanda d’elezione mattutina che unita al caffè, all’orzo oppure al cacao, rende ancora più ricca e piacevole l’esperienza della prima colazione. Per una prima colazione completa ed equilibrata non dovranno mancare una porzione di cereali e frutta fresca di stagione».

Ecco infine il “decalogo del buonumore” stilato dagli esperti:

Occhio al menù

Addirittura il 30% delle persone segue un menù sbagliato per la propria prima colazione. Per una colazione completa ed equilibrata non dovranno mancare una porzione di cereali e derivati, una tazza di latte o yogurt, e frutta fresca di stagione.

La carica per un buon giorno e per la mente

È fondamentale non dimenticarsi di fare colazione ogni mattina, non solo per l’apporto dei nutrienti necessari al nostro organismo, ma anche per affrontare al meglio la giornata con la giusta carica.

Ad ognuno la propria bevanda

Iniziare la giornata con una bevanda gustosa e appagante può influenzare l’umore. Grazie alla praticità e versatilità dei prodotti solubili nel latte, ognuno può godersi ciò che preferisce: caffè per iniziare la giornata, oppure orzo per chi ama il gusto dei cereali tostati senza aggiungere caffeina o ancora il cacao perfetto per i bambini o i golosi.

Dedica alla colazione almeno 15 minuti

È fondamentale non lasciarsi trascinare dalla fretta di recarsi sul luogo di lavoro. La colazione è un momento che andrebbe valorizzato come un rito. Il lasso di tempo necessario a godersi una buona colazione secondo gli esperti è di almeno 15 minuti.

Keep calm and eat your breakfast!

Non si può prescindere dalla calma per essere di buonumore. Staccare dai pensieri negativi della giornata che sta per cominciare è molto importante. La colazione fornisce il giusto apporto nutritivo per spezzare il digiuno notturno, fornire la giusta energia per affrontare la mattina e non arrivare affamati a pranzo.

A tavola in compagnia

La colazione può diventare un’importante occasione di confronto e di dialogo spensierato con la famiglia. Per il tempo dedicato ad essa, sarebbe ottimale spegnere tv, mettere da parte lo smartphone e godere della compagnia del proprio compagno di tazza.

Anticipa la sveglia

Puntare la sveglia 15 minuti prima è sufficiente a dilatare il tempo a disposizione per la colazione. Questo momento importantissimo verrà dunque vissuto con maggiore serenità, rilassatezza e soprattutto senza la fretta che interviene solitamente.

Prepara la tavola prima di andare a letto

Andare a letto preparando già la tavola e i cibi che possono aspettarci pronti significa approcciarsi alla colazione con un atteggiamento del tutto differente: stop agli sbuffi emessi da chi ha il compito di preparare la colazione assonnato, la tavola vi aspetta già imbandita.

Goditi il gusto

Provare a sentire l'esperienza sensoriale della colazione, concentrandosi solo sul gusto, cambia completamente il nostro modo di assaporare la prima colazione. Non è più un gesto meramente meccanico, ma una degustazione di sapori che a volte passano totalmente inosservati a causa della fretta.

Un raggio di sole aiuta il buonumore

Un ultimo accorgimento per abbattere il malumore la mattina è dormire con le tapparelle alzate. La luce infatti è un fattore antidepressivo e aiuta a svegliarsi già con un piede in pista e con buonumore.
Leggi altre informazioni
02/01/2018 Arturo Bandini


Puoi fare una domanda agli specialisti del e iscriverti alla , riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante