(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) del rischio? Potrebbe essere lo stesso virus dell'Hiv a "proteggere" l'organismo dalla deriva autoimmune oppure, come sostiene il dott. Gold, potrebbero essere i farmaci antiretrovirali utilizzati per la terapia di contrasto all'infezione a determinare questo effetto positivo.
A confermare l'ipotesi i dati relativi a un singolo paziente dimesso dall'ospedale, che ha mostrato negli anni un aumento dell'effetto protettivo all'80 per cento, segnalando quindi con tutta evidenza il ruolo svolto dai farmaci che nel frattempo aveva cominciato ad assumere.
"I moderni trattamenti per l'Hiv hanno effetti collaterali molto ridotti, sono relativamente poco costosi e facili da assumere", sostiene Gold, ipotizzando una nuova possibile terapia preventiva per i soggetti ritenuti a rischio di insorgenza della sclerosi multipla.
Leggi altre informazioni
26/08/2014 Andrea Piccoli


Puoi fare una domanda agli specialisti del e iscriverti alla , riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante


www.cialis-viagra.com.ua/sialis-tadalafil/sialis-20-mg/

www.pillsbank.org

https://steroid.in.ua