(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) «Dopo sei mesi di follow-up la qualità della vita era significativamente migliore nei pazienti operati rispetto a quelli trattati con la gestione conservativa», scrivono gli autori.
7 pazienti nel gruppo chirurgico hanno sviluppato perdite dall'anastomosi, mentre 13 di quelli trattati in maniera conservativa alla fine sono stati operati.
Commentando la ricerca, il ricercatore dell'Università di Oslo Johannes Kurt Schultz spiega: «Il messaggio per medici e pazienti sembra essere che la gestione conservativa è più sicura e che la chirurgia elettiva andrebbe riservata a persone con recidive frequenti o gravi disturbi addominali accompagnati da reperti morfologici di infiammazione cronica».

Fonte: The Lancet Gastroenterology & Hepatology
Leggi altre informazioni
24/11/2016 Andrea Piccoli


Puoi fare una domanda agli specialisti del e iscriverti alla , riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante


progressive.ua

www.progressive.ua

http://progressive.ua