(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) sensibili alla luce. Gli scienziati hanno indagato l'effetto dell'attività aerobica su questo tipo di cellule per verificare se fosse simile a quello registrato in altre patologie neurodegenerative.
Un gruppo di topi è stato sottoposto ad attività fisica attraverso un tapis roulant per un'ora al giorno, cinque giorni alla settimana, per due settimane. Gli animali sono poi stati esposti a una luce intensa in grado di danneggiare la retina, pur continuando l'attività fisica programmata.
I ratti che avevano seguito il training mostravano un numero di recettori doppio rispetto a quelli che erano rimasti a riposo, e la retina reagiva in misura maggiore agli stimoli luminosi.
“Vale la pena sottolineare che l’esercizio cui si sottoponevano i topi è paragonabile alla camminata veloce. Non serve quindi uno sforzo fisico intenso”, spiega la dott.ssa Pardue.
I ricercatori pensano che l'effetto benefico dell'attività sportiva sia legato a un fattore di crescita denominato Bdnf, presente in quantità elevate nel sangue dei topi allenati, così come nel cervello e nella retina.
Bloccandone l'attività grazie a delle sostanze chimiche, l'effetto protettivo dell'attività fisica viene annullato. Ora i ricercatori cercheranno di stabilire se lo stesso effetto sia presente e valido anche in caso di glaucoma e di retinopatia diabetica.
Leggi altre informazioni
12/02/2014 Andrea Piccoli


Puoi fare una domanda agli specialisti del e iscriverti alla , riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante


farm-pump-ua.com

www.farm-pump-ua.com

medicaments-24.net/levitra-vardenafil/levitra-20-mg/