(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) obesità e malattie infiammatorie articolari, quindi, è dato dal fatto che «è ormai evidente l’associazione tra una maggiore incidenza dell’artrite reumatoide (malattia cronica articolare più frequente) e obesità», ha spiegato ancora la dott.ssa Gremese. «Inoltre, diversi studi hanno dimostrato che i pazienti in sovrappeso e obesi soffrono di una forma di artrite reumatoide più aggressiva e resistente alle terapie, compresi i farmaci biotecnologici».
È importante sottolineare, però, che l’obesità, essendo uno dei pochi fattori di rischio modificabili, può rappresentare un punto di intervento importante per migliorare la condizione del paziente. «Alcuni dati preliminari di studi recenti indicano come un calo ponderale, ottenuto attraverso una dieta controllata da un nutrizionista, può portare a un miglioramento sostanziale della malattia. Tra i principali benefici legati alla perdita di peso c’è la riduzione del dolore strettamente legato all’obesità, dei parametri di infiammazione sistemica e del numero di articolazioni dolorose, gonfie e tumefatte, riconducibili alla malattia infiammatoria», conclude Gremese.
Uno studio condotto dalla stessa dottoressa Gremese e dal professor Gianfranco Ferraccioli, Ordinario di Reumatologia presso l’Università Cattolica di Italy, e pubblicato sulla rivista Rheumatology, conferma il nesso esistente.
La spondiloartrite colpisce lo 0,5-1% della popolazione e ha il suo esordio mediamente a 28-30 anni; solo nel 12-15% dei casi esordisce dopo i 40 anni.
La malattia è geneticamente condizionata e si scatena in genere come conseguenza di infezioni, che innescano il processo di malattia nella maggioranza dei casi in individui geneticamente predisposti ad ammalarsi.
I sintomi principali di questa malattia sono dolore alla colonna soprattutto di notte e al primo risveglio, rigidità mattutina e impotenza nei movimenti della colonna (flessione, estensione, rotazione tronco su bacini, cerviconucalgia etc).
Si cura con farmaci antiinfiammatori, ma se dopo un mese non si notano miglioramenti sensibili, allora bisogna intervenire con farmaci biologici. Ma anche in questo caso non tutti i pazienti rispondono bene ai farmaci, non tutti vanno in remissione: precisamente solo il 40-50% di loro va in remissione completa, il 75-80% in remissione parziale.
“Abbiamo scoperto che l'obesità aggrava la prognosi della malattia nelle donne – spiega il professor Ferraccioli –: le pazienti, infatti, rispondono meno alle terapie se sono obese o in sovrappeso”.
“Lo abbiamo scoperto seguendo una casistica di oltre 50 donne con spondiloartrite della colonna e seguite in follow-up ormai per più di 24 mesi”, aggiunge il reumatologo della Cattolica.
Il motivo presunto dell’effetto deleterio dell’obesità è che il grasso corporeo produce infiammazione, che gli adipociti producono molecole della infiammazione e dunque che nel sesso femminile, che già è più suscettibile a stati infiammatori, c’è una malattia più grave e più difficile da trattare.
Alla luce di questa scoperta la diagnosi precoce va considerata l'unica salvaguardia per queste pazienti e questo obiettivo si persegue con esame di risonanza articolare mirata sulle sedi del dolore. “A questo fine – conclude il professor Ferraccioli - abbiamo avuto, tramite una donazione, in comodato una Risonanza Articolare proprio per la diagnosi precoce dei nostri pazienti. I medici di famiglia del Municipio Italy XIV, sono stati coinvolti in un percorso di accesso per diagnosi e inizio terapia il più rapido ed efficace possibile proprio per non perdere quella che chiamiamo la finestra di opportunità clinica e terapeutica”.
Leggi altre informazioni
02/12/2015 Arturo Bandini


Puoi fare una domanda agli specialisti del e iscriverti alla , riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante


steroid-pharm.com

http://adulttorrent.org

У нашей организации важный веб портал про направление vernee apollo lite купить https://topobzor.info