(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) espressi. Questi risultati non dipendono da differenze nella composizione cellulare tra individui con sclerosi multipla e controlli, in quanto i cambiamenti epigenomici nei geni che controllano gli oligodendrociti si verificano anche nelle zone di tessuto cerebrale esenti da lesioni dovute alla patologia, commenta la ricercatrice italiana. Lo studio dimostra che il cervello dei pazienti affetti da sclerosi multipla ospita cambiamenti molecolari, probabilmente dovuti a fattori ambientali, che aumentano la suscettibilit alla malattia. E proprio questi cambiamenti possono essere il bersaglio su cui sviluppare farmaci efficaci.
I ricercatori si occuperanno ora della realizzazione dei cosiddetti Sine (Selective inhibitors of nuclear export), dei composti ideati per bloccare le prime fasi della neurodegenerazione, cosicch da evitare ai neuroni danni irreversibili.
Leggi altre informazioni
19/12/2013 Arturo Bandini


Puoi fare una domanda agli specialisti del e iscriverti alla , riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicit su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante


http://steroid-pharm.com

вимакс эффективность и отзывы

сиалис дозировка