(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) consigli riguardo alle abitudini di vita. Prescrizioni dietologiche e quantità consigliate di cibo, di vitamine e sali minerali, sono molto numerose e a portata di mano, nessuna però tiene conto delle differenze genetiche.
Un banale test sulla saliva è in grado di rilevare le variabilità di almeno 16 geni specifici per l’assorbimento dei cibi.
Abbiamo sicuramente delle linee guida generali del nutrirsi in modo sano, ma l’obiettivo e il fine della Nutrigenomica è di fornire le linee guida personalizzate per ciascuno di noi. Queste ultime sono scritte in una scheda personale che riporta i tipi e le quantità di cibi e alimenti da mangiare, ma anche consigli pratici e concreti sullo stile di vita da assumere.
Infine è ora realizzabile il riconoscimento di alcuni geni-chiave che sono ritenuti fattori di rischio per la salute, tra questi i processi infiammatori, metabolismo glicidico, insulino-resistenza, ipertensione arteriosa e patologie cardiovascolari. Definendo il genotipo di ciascun individuo, si potrà fornire la dieta più giusta e adeguata al modo di funzionare di ciascuno di noi.

Leggi altre informazioni
05/10/2011 Anna Saito


Puoi fare una domanda agli specialisti del e iscriverti alla , riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante