(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) cardiovascolare accertata.
Il follow-up mediano di oltre 6 anni di CAROLINA è il periodo più lungo su cui sia mai stato valutato un inibitore della dipeptidil peptidasi 4, in uno studio d’esiti cardiovascolari. Il profilo di sicurezza complessivo dimostrato da linagliptin nello studio CAROLINA è stato in linea con quello riscontrato in studi precedenti, e non sono emerse nuove segnalazioni riguardo alla sicurezza.
Chi è affetto da diabete di tipo 2 è a maggior rischio di sviluppare una malattia cardiovascolare e, nonostante i recenti progressi in termini di opzioni terapeutiche, queste patologie restano la principale causa di mortalità in questi pazienti. Insieme a CARMELINA, studio clinico sugli esiti cardiovascolari con controllo a placebo, che ha dimostrato la sicurezza cardiovascolare di lungo termine di linagliptin in adulti con diabete di tipo 2, ad alto rischio di cardiopatia e nefropatia; CAROLINA conferma il profilo di sicurezza complessivo di lungo termine del farmaco in un’ampia e varia popolazione di pazienti adulti con diabete di tipo 2.
“Molte Linee Guida raccomandano l’utilizzo precoce di una terapia antidiabetica per ottenere benefici cardiovascolari”, - ha dichiarato Waheed Jamal, Corporate Vice President e Responsabile Area Cardiovascolare & Metabolica di Boehringer Ingelheim -. “Quando vengono considerate altre terapie, come gli inibitori di DPP-4, in soggetti con diabete di tipo 2, i medici hanno necessità di avere a disposizione opzioni con un consolidato profilo di sicurezza di lungo termine. I risultati di CAROLINA estendono le conoscenze sulla sicurezza cardiovascolare di lungo termine di linagliptin, che ad oggi può contare su un’ampia base di dati fra le più complete in termini di sicurezza cardiovascolare per un inibitore di DPP-4”.
“Questi dati forniscono ulteriore fiducia al profilo consolidato di sicurezza e tollerabilità di linagliptin, come terapia per adulti con diabete di tipo 2” - ha aggiunto Jeff Emmick, Vice President, Sviluppo di Prodotto di Lilly Diabetologia. “Linagliptin rappresenta un’opzione terapeutica importante per i medici che pensano di prescrivere un inibitore di DPP-4 ai loro pazienti con diabete di tipo 2. Boehringer Ingelheim e Lilly sono ansiosi di condividere i risultati completi, che saranno disponibili nei prossimi mesi”.

Lo Studio CAROLINA

CAROLINA (CARdiovascular Outcome study of LINAgliptin versus glimepiride in patients with type 2 diabetes) è uno studio clinico multinazionale, randomizzato, in doppio cieco, con controllo con farmaco attivo, svolto su 6.033 pazienti adulti con diabete di tipo 2, in oltre 600 centri in 43 Paesi, che sono stati osservati per una durata mediana di oltre 6 anni. Lo studio ha incluso adulti con diabete di tipo 2 precoce, con durata mediana della malattia di 6,2 anni, non in terapia o in terapia con 1-2 farmaci ipoglicemizzanti (es. metformina). Lo studio è stato disegnato per valutare gli effetti di linagliptin (5mg una volta/die) rispetto a sulfanilurea glimepiride (entrambi i farmaci in aggiunta a stabile terapia di base con ipoglicemizzanti e terapia cardiovascolare standard) sulla sicurezza cardiovascolare in soggetti adulti con diabete di tipo 2 e aumentato rischio cardiovascolare o malattia cardiovascolare accertata. Questa popolazione di pazienti riflette quella che i medici incontrano nella pratica clinica quotidiana.

Leggi altre informazioni
20/02/2019 Andrea Piccoli


Puoi fare una domanda agli specialisti del e iscriverti alla , riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante